Partizione | Wikitecnica.com

Partizione

Definizione – Etimologia

Nella classificazione del sistema tecnologico, regolato dalla norma UNI 8290 – parte I, il termine partizione denomina due classi di unità tecnologica, la partizione esterna e quella interna, alle quali sono demandati i molteplici compiti connessi con le funzioni di separazione degli spazi (in termini di requisiti termici, acustici, di sicurezza agli urti, al fuoco ecc.) e di controllo della comunicazione tra essi.
Derivato dal latino partitio (divisione), il termine è utilizzato in edilizia per indicare un elemento tecnico verticale, orizzontale od obliquo, avente la funzione di separazione di spazi interni, ma anche esterni. Sono invece esclusi dall’appartenenza a tale classe gli elementi tecnici con funzione di separazione tra spazi esterni e interni, più propriamente denominati chiusure.
L’unità tecnologica partizione, sia interna che esterna, può svolgere funzione portante, se appartenente al sistema strutturale, o semplicemente portata.

Tipologia

In base alla classificazione del sistema tecnologico, la partizione, sia interna che esterna, si scompone nelle unità tecnologiche partizione verticale, partizione orizzontale e partizione inclinata. All’unità tecnologica partizione interna verticale appartengono le pareti (muri, muri di spina, pareti di controvento, setti, tramezze, divisori), gli infissi interni verticali e gli elementi di protezione. All’unità tecnologica partizione interna orizzontale appartengono i solai, i soppalchi e gli infissi interni orizzontali. All’unità tecnologica partizione interna inclinata appartengono le scale e le rampe. All’unità tecnologica partizione esterna verticale appartengono gli elementi di protezione e di separazione; all’unità tecnologica partizione esterna orizzontale appartengono balconi, logge, passerelle e pensiline; all’unità tecnologica partizione esterna inclinata appartengono le scale e le rampe.

Bibliografia

Galliani G.V. (diretto da), Dizionario degli elementi costruttivi, Utet, Torino, 2001, vol. 2, p. 630.

Copyright © - Riproduzione riservata
Partizione

Wikitecnica.com