Pentelico (marmo) | Wikitecnica.com

Pentelico (marmo)

Il marmo pentelico è un litotipo a grana finissima e tessitura scagliosa che fu usato nella Grecia classica per la statuaria e per l’architettura, nonché largamente esportato.

Generalità

Caratterizzato dal fondo bianco candido con rade e sottili vene di color verdastro brillante, è più opaco del marmo pario e più facilmente lavorabile; assume, se esposto agli agenti atmosferici, una patina calda e dorata sfumante in giallo tenuissimo. È noto l’utilizzo nella statuaria classica per realizzare parti panneggiate in abbinamento al marmo pario per quelle nude.
Cavato principalmente dal Monte Pentelico a nord-est di Atene, lo sfruttamento intensivo della cava avvenne nel V sec a.C. quando con esso si realizzarono i principali monumenti dell’Acropoli di Atene, il Partenone e i Propilei.
A Roma è stato adottato per le colonne del Tempio di Giove Ottimo Massimo sul Campidoglio, parti dell’Arco di Tito, le statue dei Dioscuri al Campidoglio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Pentelico (marmo)

Wikitecnica.com