Piano di qualità  | Wikitecnica.com

Piano di qualità 

Definizione

Documento che prevede, pianifica e programma le condizioni, le sequenze, le modalità, le strumentazioni, i mezzi d’opera e le fasi delle attività di controllo da svolgersi durante la fase esecutiva, anche in funzione delle classi di importanza delle lavorazioni, come definite nel Capitolato speciale d’appalto, di cui, nei casi previsti per legge, il Piano di qualità è parte integrante.

Generalità

Il PdQ di costruzione e di installazione è introdotto dall’art. 43 del d.p.r. 207/2010, che ne definisce condizioni e modalità di redazione. Nello specifico introduce in sede di Capitolato speciale d’appalto l’obbligo della redazione del PdQ nel caso di interventi complessi e di opere e/o impianti di speciale complessità e di particolare rilevanza sotto il profilo tecnologico così come definiti all’art. 2, comma 1, lettera h del d.p.r. 207/2010. Inoltre stabilisce che il PdQ sia redatto dall’impresa aggiudicataria e successivamente sottoposto all’approvazione del Direttore dei lavori.

Con riferimento ai contenuti del PdQ, il Capitolato speciale d’appalto, illustra, attraverso la specificazione delle prescrizioni tecniche, oltre alle modalità di esecuzione e misurazione di ogni lavorazione, anche i requisiti di accettazione di materiali e componenti, le specifiche di prestazione e le modalità delle prove. In tal modo le tre classi di importanza: critica, importante e comune, rispetto alle quali il medesimo Capitolato suddivide l’insieme delle lavorazioni previste per l’esecuzione dell’opera, assumono rilevanza sia in riferimento all’individuazione delle priorità per le attività di controllo in generale, sia di quelle che stanno alla base del PdQ riferite in particolare:

  • all’approvvigionamento dei materiali da parte dell’aggiudicatario;
  • ai criteri di qualità richiesti per le singole parti;
  • a quelli relativi alla qualifica dei fornitori;
  • alla valutazione di eventuali condizioni di non conformità.

Il PdQ, dunque, definisce e fissa, come da art.18 del d.lgs. 189/2005, condizioni, norme e prescrizioni per l’accettazione, l’impiego, la qualità, la provenienza e la rintracciabilità dei materiali, per la scelta dei materiali e dei fornitori ed inoltre definisce il criterio di valutazione delle non conformità e le eventuali risoluzioni.

In particolare, con riferimento ai materiali, il PdQ non solo individua e definisce le norme generali per la loro provvista, ma diviene contemporaneamente strumento di controllo affinché tutti i materiali risultino perfettamente corrispondenti alle prescrizioni di Legge e del relativo Capitolato Speciale e che siano, inoltre, della migliore qualità e perfettamente lavorati, assicurando che siano rispettate le condizioni previste dalla Direttiva CEE 89/106 riferita ai prodotti da costruzione.

Il PdQ si configura così come strumento contrattuale: garantisce alla Direzione Lavori la facoltà di verificare e nel caso rifiutare, in qualsiasi momento, i materiali che non fossero conformi alle condizioni del contratto o che fossero deperiti dopo l’introduzione nel cantiere, procedendo secondo quanto disposto dall’art.18 del Capitolato Generale d’Appalto, approvato con d.m.ll.pp 145/2000. Inoltre nel caso di prodotti industriali, il PdQ introduce la possibilità di verificare la rispondenza al relativo Capitolato anche attraverso la verifica e il controllo di eventuali attestati di conformità rilasciati dal produttore e comprovati da idonea documentazione e/o certificazione. Tali prescrizioni non pregiudicano tuttavia i diritti della Stazione appaltante nel collaudo finale.

Il presupposto su cui si fonda il PdQ è l’applicazione dei principi della qualità (evidente è l’analogia con i Sistemi Qualità ISO 9000 e gli strumenti di pianificazione e controllo da essi predisposti.) obiettivo principale è verificare la fornitura sistematica di prodotti conformi ai requisiti stabiliti e la loro corretta lavorazione, contribuendo a garantire la qualità finale dell’opera.

Normativa: d.p.r. 207/2010; d.lgs. 163/2006; CEE 89/106.

Copyright © - Riproduzione riservata
Piano di qualità 

Wikitecnica.com