Pietra d'Istria | Wikitecnica.com

Pietra d’Istria

Definizione

Si tratta di un calcare microcristallino del Cretaceo, abbastanza compatto, proveniente dalla penisola istriana (Croazia).

Generalità

Estratta dalla cava appare candida (con sfumature rosa e verde chiaro), ma con l’esposizione agli agenti atmosferici tende al grigio pallido-beige. È caratterizzata da alta densità, bassa porosità e alta resistenza alla compressione. Nonostante la sua elevata resistenza alla corrosione salina, questa roccia calcarea, se esposta all’anidride solforosa presente nell’aria inquinata, è soggetta a fenomeni di alterazione in seguito a solfatazione. Si estrasse principalmente nei bacini lapidei della regione di Rovigno e nei pressi delle città di Parenzo e Pola e, più recentemente, presso i paesi istriani Canfanaro, Pinguente e Pisino. La Pietra d’Istria, lavorata da scalpellini per realizzare elementi architettonici, è strettamente legata all’urbanizzazione di Venezia e delle città della Repubblica di Venezia, utilizzata consistentemente dal XIII secolo fino alla fine XVIII.

Copyright © - Riproduzione riservata
Pietra d’Istria

Wikitecnica.com