Rendering | Wikitecnica.com

Rendering

Definizione

Con il termine rendering viene indicata l’immagine di sintesi statica o dinamica conclusiva prodotta da una scena 3D virtuale. I modelli digitali con la procedura di renderizzazione raggiungono una fase finale di approfondimento conforme alle aspettative del sistema visivo.

Generalità

Nella scena virtuale sono inseriti una serie di fattori presenti nella realtà e simulati infograficamente, quali:

  • i punti di vista (con conseguente individuazione e selezione dei parametri della visione);
  • il sistema d’illuminazione (selezionando il tipo di luce, le ombre, il relativo modello di calcolo);
  • le caratteristiche materiche degli oggetti (in funzione del loro colore, delle texture atte a rappresentarli, della qualità trasparenza/opacità propria di ciascun materiale).

Le sorgenti luminose sono distinte in primarie e secondarie.
Le prime sono costituite da fonti che emettono energia luminosa e possono essere classificate in:

  • luci distanti o direzionali (come il sole);
  • luci puntuali (come una lampadina);
  • luci direzionali focali (come un faretto).

Le luci secondarie, invece, sono composte da superfici che riflettono la luce emessa dalle sorgenti primarie.
La simulazione informatica dei fenomeni di riflessione tiene conto degli effetti di interazione tra i diversi oggetti che costituiscono la scena e si basa fondamentalmente su alcuni algoritmi, tutti abbinati ad algoritmi automatici di eliminazione delle superfici nascoste: tra questi i più rilevanti sono il raytracing e il radiosity.
Il termine texture viene utilizzato per descrivere l’aspetto che presenta la superficie di un oggetto.
Nell’operazione di texture mapping si parte da un’immagine piana che riproduce con maggiore o minore definizione l’aspetto che interessa di un certo materiale in una proiezione frontale.
Le modalità di texturing possono essere sintetizzate in “procedurali”, bitmap e alpha.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rendering

Wikitecnica.com