Reni dell'arco | Wikitecnica.com

Reni dell’arco

Definizione – Etimologia

Rene (o fianco) dell’arco, derivato dal latino rēn, gen. renis e dal più antico rĭēn, definisce la porzione di arco e, per estensione anche di volta compresa fra il piano d’imposta e un’inclinazione di circa 30° dall’orizzontale (nel caso di archi a tutto sesto e circa 45° per gli archi acuti).
Seguendo la descrizione antropomorfa che l’Alberti fa dell’arco, diviso in tre porzioni principali (piedi, fianchi e schiena), le reni rappresentano la zona più debole di questa struttura che, sottoposta a carico uniformemente distribuito, palesa in tale zona, insieme al punto di chiave, eventuali fessurazioni.

Criticità delle reni e pratiche costruttive

I primi studi sulla stabilità dell’arco hanno messo in evidenza la criticità delle reni, dagli schemi intuitivi di Leonardo da Vinci fino alla formalizzazione delle cerniere di Méry. In corrispondenza delle reni, infatti, la curva delle pressioni tende a scostarsi progressivamente dal terzo medio, uscendo dalla zona compressa e generando nelle sezioni dell’arco delle sollecitazioni di trazione che la muratura non riesce a sopportare, fessurandosi di conseguenza. 
Spesso, quindi, le reni sono rinforzate attraverso la sovrapposizione di materiali ad alto peso specifico, posti in opera in modo da assicurarne la massima solidità possibile. La tendenza ad innalzarsi di tali zone, sotto il meccanismo semplificato della leva che si innesca nelle strutture ad arco sottoposte a carico verticale centrale, viene anche scongiurato, nella pratica costruttiva, attraverso l’uso di catene e tiranti che assorbano la spinta orizzontale insita nella struttura stessa sotto l’effetto dei carichi. Nella verifica statica delle strutture ad arco, la stabilità, attraverso l’applicazione delle equazioni di equilibrio, è applicata considerando la zona delle reni come facente parte dei piedritti, sottoposti a carichi verticali che generano sollecitazioni di pura compressione.

Bibliografia

Méry E., Sur l’équilibre des voûtes en berceau, Parigi, 1840; Heyman J., The masonry arch, Chichester (Inghilterra), 1982.

Copyright © - Riproduzione riservata
Reni dell’arco

Wikitecnica.com