Resa cromatica | Wikitecnica.com

Resa cromatica

Definizione

La resa cromatica di una sorgente caratterizza la sua capacità di rendere i colori. Il colore di una superficie (apparenza cromatica) dipende, infatti, dallo spettro della superficie e da quello della luce che la illumina. Cambiando lo spettro della luce, quindi, cambia anche lo spettro rinviato a cui si deve la sensazione di colore.

Generalità

Per la valutazione dell’indice di resa cromatica (Ra o CRI) si utilizzano 8 o 14 campioni colorati e li si illumina con la sorgente da testare e con un illuminante campione che ha la medesima temperatura di colore della sorgente. Si misurano le coordinate tricromatiche dei campioni sotto l’una e l’altro, poi la differenza registrata per ogni colore viene moltiplicata per un determinato fattore e sottratta a 100: con questa operazione si ottiene l’indice di resa cromatica per il campione. La media aritmetica degli 8 o 14 campioni fornisce la resa cromatica della sorgente. Quanto più il suo valore è prossimo a 100, tanto migliore è la capacità della sorgente di rendere correttamente i colori.

Copyright © - Riproduzione riservata
Resa cromatica

Wikitecnica.com