Risarcitura | Wikitecnica.com

Risarcitura

Definizione

Operazione che mira a ristabilire la continuità di una superficie compromessa dal degrado o da fattori esterni.

Generalità

Si rende necessaria quando la mancanza è tale da costituire un veicolo di danno o interferisca negativamente sull’immagine generale dell’edificio, tuttavia, la sua realizzazione segue i principi dell’intervento di restauro.
Il progetto dovrà attentamente valutare l’entità della lacuna da risarcire bilanciando le esigenze conservative con quelle del rispetto dell’autenticità. La risarcitura sarà compatibile con la superficie nella quale s’inserisce, sia dal punto di vista chimico-fisico sia strutturale nonché distinguibile e rispettosa della stratigrafia dell’edificio.
La risarcitura muraria verrà realizzata curando particolarmente l’ammorsatura con un adeguato ingranamento fra le parti nuove e antiche, in modo da ricostituire la continuità strutturale. I materiali, lapidei o laterizi impiegati, saranno scelti in modo da garantire l’affinità meccanica e costruttiva, valutata in base a resistenza e rigidezza, e la malta dovrà essere antiritiro e con buona capacità di adesione. La distinguibilità può essere ottenuta con scelte diverse da valutare nei singoli casi, che possono essere molteplici anche in seno allo stesso edificio. Si può ricorrere all’impiego di muratura che si differenzi per le caratteristiche degli elementi lapidei o della malta o semplicemente perché delimitata da un contorno molto sottile ma visibile.
La risarcitura dell’intonaco avverrà previi opportuni saggi che accerteranno la composizione della malta antica, in modo che la nuova sia con essa compatibile; inoltre, spesso, il rispetto della stratigrafia suggerirà di intervenire, sui brani di superficie muraria scoperta, con successive velature che la raccordino a quella intonacata mantenendo la trasparenza e non mascherandone la natura.

Bibliografia

Carbonara G., Avvicinamento al restauro, Napoli, 1997; Fiorani D., Interventi sulle strutture in elevato, in Carbonara G., Atlante del restauro, tomo II, Torino 2004, pp. 510-520.

Copyright © - Riproduzione riservata
Risarcitura

Wikitecnica.com