Sampietrino | Wikitecnica.com

Sampietrino

Esempio di una pavimentazione in sampietrino.
Esempio di una pavimentazione in sampietrino.

Definizione – Etimologia

Anche detto sanpietrino, è un elemento da pavimentazione, anticamente ricavato dalla lavorazione artigianale delle lave basaltiche dei Colli Albani, di forma grossolanamente cubica o tronco piramidale a base quadrata. L’uso del termine è concentrato prevalentemente nell’Italia centrale; è adottato, infatti, fin dal XVII secolo nel centro storico di Roma per la pavimentazione di strade urbane e in particolare di Piazza San Pietro, dalla quale deriva il nome. La denominazione è attualmente estesa anche ad altri materiali e impiegata anche come sinonimo di “cubetto”.

Generalità

Esistono diversi tipi di sampietrino per dimensioni: i più grandi di testa quadrata 12×12 cm e altezza di circa 18 cm; i comuni di altezza di 6 cm; i più piccoli e rari, 6×6 cm, si trovano in alcuni luoghi specifici di Roma, come Piazza Navona.
La caratteristica di questa pavimentazione è di essere solo posata, non cementata, poi battuta su un letto di sabbia per conferirle elasticità e coesione al fondo stradale; inoltre lascia respirare il terreno grazie agli spazi tra gli elementi e si adatta molto facilmente all’irregolarità del terreno.
Tale tipo di pavimentazione si diffuse per il migliore comportamento per il passaggio dei carri rispetto ad altri lastricati. La tradizionale disposizione dei blocchetti è a spina: elementi disposti a 45° rispetto all’asse viario per contrastare le spinte dovute al transito dei veicoli trasmettendole verso i lati della carreggiata. Nel XX secolo si introdusse l’apparecchiatura ad archi contrastanti.
Tuttavia la pavimentazione in sampietrino non garantisce un terreno uniforme e, se bagnata, può diventare piuttosto scivolosa, rendendola inadatta a velocità sostenute. La superficie poco regolare è, inoltre, poco confortevole e rumorosa durante il transito dei mezzi dei moderni mezzi di trasporto. Questi aspetti, aggiunti alla scomparsa delle figure professionali tradizionali (selciatori), hanno determinato la sperimentazione di nuovi materiali e l’introduzione di nuovi tipi di pavimentazioni.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sampietrino

Wikitecnica.com