Scagliola | Wikitecnica.com

Scagliola

Definizione

La scagliola è un tipo di gesso fine usato in edilizia e in scultura. Con lo stesso termine si indica una tecnica per l’imitazione del marmo utilizzata a partire dal XVII secolo in Italia.

Tecnica

Il gesso utilizzato per la scagliola si ottiene da un solfato di calcio biidrato (Ca SO4⋅2 H2O) presente in natura con il nome di selenite di conformazione lamellare, “a scaglie”, che, riscaldato a 128 °C, diventa solfato di calcio emiidrato (Ca SO4⋅½ H2O). Frantumato e setacciato si riduce a una polvere sottile e bianchissima che, a contatto con l’acqua, indurisce rapidamente e aumenta di volume, caratteristica che ne fa un ottimo gesso per il riempimento degli stampi.
Nella tecnica della scagliola il gesso, impastato con colla animale e pigmenti e levigato, è lucido e solido come il marmo.

Bibliografia

Maltese C. (a cura), Le tecniche artistiche, Milano, 1973; Tecniche di esecuzione e materiali costitutivi, in Dimos: corso sulla manutenzione di dipinti murali, mosaici, stucchi, parte I, Roma, 1978; Turco T., Il gesso, Milano, 1961.

Copyright © - Riproduzione riservata
Scagliola

Wikitecnica.com