Scala metrica | Wikitecnica.com

Scala metrica

Definizione – Etimologia

Per scala metrica si intende una successione di unità per le quali esista una relazione ordinatrice. È imposta pertanto una commensurabilità degli elementi che garantisca la possibilità di multipli e sottomultipli.
Scala deriva dal latino scàla (gradino) e metrica dal greco metron (misura). L’etimologia di quest’ultimo termine permette di esplicitare la valenza generica del concetto di scala metrica che evidentemente in virtù del sistema metrico decimale comunemente adottato è spesso associata alla successione ordinata di unità elementari del metro o dei suoi sottomultipli e multipli.

Generalità

Il concetto di scala metrica può essere correlato anche al modulo e al rapporto aureo in quanto sono utilizzate scale metriche basate su altre unità di misura, condizione inevitabile storicamente prima della diffusione del sistema metrico come base comune (es. il piede romano o vicentino). Fra le tante, si possono citare come esempio la scala dodecimale basata sul numero dodici, o scale fondate da relazioni auree come la scala Modulor ideata da Le Corbusier come sistema di proporzionamento tridimensionale per l’architettura moderna.

Bibliografia

Coppo D., Boido C., Rilievo urbano. Conoscenza e rappresentazione della città consolidata, Firenze, 2010; Docci M., Maestri D., Manuale di rilevamento architettonico e urbano, Roma-Bari, 2009; Ferrari S., Dizionario di arte e architettura i termini, le correnti, i concetti, Milano, 2006; Rossi R., Il manuale del disegnatore, Milano, 1996.

Copyright © - Riproduzione riservata
Scala metrica

Wikitecnica.com