Scalea | Wikitecnica.com

Scalea

Venezia, Scala dei Giganti nel Palazzo Ducale; arch.  A. Rizzo, 1483-91.
Venezia, Scala dei Giganti nel Palazzo Ducale; arch. A. Rizzo, 1483-91.

Scala posizionata all’esterno. I termini scalea e scalinata sono stati usati, in passato, indifferentemente. Il Vocabolario degli Accademici della Crusca, nel 1612, definisce le “scalee” come “ordine di gradi avanti a chiese o altro edificio”.
I dizionari successivi riprendono tutti pedissequamente quella definizione, senza differenziare i due termini, a meno del Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana (1865) di P. Fanfani che per “scalea” intende, senza però trovare seguito, “due scale una di fronte all’altra, con un ripiano in mezzo, come si vedono all’esterno di alcune chiese”.
Nel 1936 il Dizionario di Architettura di G. Ravazzini, definisce la “scalea” come “un’ampia e grandiosa scalinata esterna che conduce a qualche illustre monumento”, mentre la scalinata è un “ordine di scalini molto ampi sulla facciata di un edificio importante”. Sembra dunque delinearsi, nei primi decenni del XIX secolo, il requisito della “grandiosità” per la scaea e solo dell’ampiezza per la “scalinata”.
In alcuni dei dizionari successivi, fino a quelli più recenti, vi è un esplicito riferimento alla monumentalità di queste strutture, dove per monumentale si deve intendere grandioso, imponente.

Copyright © - Riproduzione riservata
Scalea

Wikitecnica.com