Sepolcreto | Wikitecnica.com

Sepolcreto

Definizione – Etimologia

Dal lat. sepulcretum, usato per la prima volta da Catullo come sinonimo di cimitero, il termine significa anche necropoli o catacomba. È un complesso di sepolcri caratterizzato da una certa organicità di distribuzione o da destinazioni collettive più o meno apparenti, quali i colombari romani, le cappelle funerarie e simili; può essere luogo di culto, di devozione o di semplice testimonianza dei defunti inumati.
Si può anche, oggi, considerare sepolcreto lo spazio destinato alla sepoltura interrata nei campi o nei loculi di una cappella di coloro che appartennero al medesimo ordine clericale o professarono la medesima fede religiosa o ebbero gli stessi comportamenti civili (ad esempio, i partigiani).

Generalità

In epoca greca e romana si possono interpretare come sepolcreti le tombe allineate ai bordi delle grandi strade. I sepolcreti più comuni sono le costruzioni a colombari che prendono il nome dalle nicchie disposte a più ordini lungo le pareti e comprendono anche l’edicola per sacrifici e offerte.
Tra i sepolcreti più noti sono: il sepolcreto di Pantalica (Siracusa), il più vasto della Sicilia, che conta quasi 5000 tombe scavate nella roccia, risalente al XII-VIII secolo a.C. quando la città omonima era fiorente; il Pantheon a Roma, edificato da Agrippa e ricostruito da Adriano, che venne riconvertito in sepolcreto per ospitare le spoglie di italiani illustri, tra i quali Raffaello e Baldassare Peruzzi, oltre che quelle, più tardi, dei re d’Italia; il Sepolcreto Reale della Basilica di Superga (F. Juvarra, 1731), uno spazio sotterraneo dove furono inumati i membri di Casa Savoia; il sepolcreto delle Fosse Ardeatine a Roma, eretto nel luogo dove avvenne, nel 1944, la strage degli ostaggi italiani da parte delle truppe occupanti tedesche.

Bibliografia

Aloi R., Arte funeraria d’oggi. Architettura monumentale, crematori, cimiteri, edicole, Milano, 1959; Bertolaccini L., Città e cimiteri: dall’eredità medievale alla codificazione ottocentesca, Roma, 2004.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sepolcreto

Wikitecnica.com