Sintesi | Wikitecnica.com

Sintesi

Definizione – Etimologia

Ogni forma conoscitiva in cui, partendo da una molteplicità di elementi, si giunga a una conclusione unitaria (contrapposta all’analisi). Voce dotta, lat. tardo sýnthesi, dal gr. synthĕsis, “composizione, combinazione, unione” (da syntithénai, mettere insieme, composta di syn- e tithénai, porre, di origine indoeuropea), con il derivato synthetikós, “costruttivo del comporre”. Le voci ci sono giunte attraverso il francese cinquecentesco synthése, nel significato di “operazione mentale attraverso la quale si costruisce un sistema”.

Generalità

Operazione fondamentale ed essenza stessa del fare architettonico. L’architettura infatti, in quanto disciplina per definizione costituita da campi di conoscenza diversi tra loro, necessita di un atto sintetico per manifestarsi. Tale atto deve appunto essere sintesi delle varie istanze che compongono la disciplina stessa (funzionali, strutturali, estetiche ecc.). Le parti coinvolte nel processo di sintesi acquistano, in questo modo, oltre al significato proprio, un nuovo significato dovuto alle relazioni tra loro.
Tratto distintivo del procedimento sintetico è la totale assenza di un prima e un dopo: in esso tutto avviene “contemporaneamente”, non privilegiando uno dei sistemi coinvolti, ma ponendoli in relazione sincronica, eliminando ciò che è superfluo e cercando una riduzione all’essenziale.
Non sempre un carattere sintetico è riscontrabile nelle architetture contemporanee. Nelle opere di alcuni architetti contemporanei come F. O. Gehry, ad esempio, la precedenza accordata all’istanza autoriale non consente ai campi disciplinari coinvolti e ai sistemi di regole che li costituiscono di partecipare unitariamente alla formazione dell’opera. Tale “forma disunita” riduce l’architettura a uno dei sistemi che la compongono: con essa la parte diviene il tutto, e gli architetti diventano “architetti della natura, architetti della storia, architetti della tecnica” (Monestiroli).

Bilbiografia

Strappa G., Unità dell’organismo architettonico. Note sulla formazione e trasformazione dei caratteri degli edifici, Bari, 1995.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sintesi

Wikitecnica.com