Soprafinestra | Wikitecnica.com

Soprafinestra

Anche chiamato sopra-luce è un’apertura posta al di sopra di un infisso, il cui compito è consentire l’illuminazione e l’aerazione di un ambiente, permettendo la contemporanea chiusura della porta o della finestra sottostante. Generalmente di forma rettangolare o semicircolare, il soprafinestra è costituito da un telaio indipendente solitamente in ferro o in legno, a bilico orizzontale o a ribalta, e da una chiusura in vetro.
Elemento tipico dell’edilizia storica di base, ma frequente anche nell’edilizia specialistica, è spesso presente nei fronti stradali dei tessuti urbani come apertura superiore nelle porte di ingresso al vano scala o alla bottega. Impiegato nella parete ritmica della casa mercantile e del palazzo per dare luce ai mezzanini nella fascia basamentale o, più raramente, come apertura aggiuntiva sulle finestre del piano nobile, oggi il soprafinestra è adoperato soprattutto in edifici pubblici quali scuole, ambulatori, uffici, per la ventilazione e l’illuminazione degli spazi distributivi interni e dei vani ciechi di servizio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Soprafinestra

Wikitecnica.com