Sorgente | Wikitecnica.com

Sorgente

Sorgente naturale permanente.
Sorgente naturale permanente.

Etimologia

Dal latino surgere (contrazione), di subrigere, composto quindi da sub– e regere (dirigere), vuol dire “che esce fuori, che sgorga”, a indicare una fonte e, in senso figurato, l’origine.

Definizione e tipologie

Termine tecnico, utilizzato soprattutto in idrologia, che indica il punto esatto in cui una falda acquifera viene alla luce in modo naturale. La portata d’acqua che arriva in superficie dipende dalle precipitazioni raccolte nel bacino che la alimenta. Una suddivisione generica si può fare distinguendo le sorgenti in permanenti e intermittenti. Nelle prime, tipiche dei climi umidi, la portata è in genere costante; nelle seconde, più comuni dei climi aridi, è variabile.
Ulteriori classificazioni possono essere fatte in relazione ai tipi geologici che originano le sorgenti che, essendo tra i più vari, generano un gran numero di tipi. Le principali classificazioni si rifanno o agli elementi dell’ambiente in cui è la sorgente, come la composizione del terreno, e a quelli idrologici e al tipo di acque; oppure vengono classificate rispetto la struttura e la portata. Una sorgente equivale a una fonte di approvvigionamento idrico che può essere utilizzato, senza alterare l’equilibrio della falda, per le diverse esigenze delle attività umane.
Lo studio delle sorgenti nel territorio è molto importante essendo un segno di naturalità e quindi da preservare e valorizzare. Nel progetto di territorio risulta utile effettuare un censimento delle sorgenti esistenti, sia per annoverarlo tra i beni naturalistici sia per le future scelte di uso del suolo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sorgente

Wikitecnica.com