Sottosistema | Wikitecnica.com

Sottosistema

Definizione

Un sottosistema, nella sua accezione più generica, è un sistema subalterno e secondario rispetto a un sistema più complesso, dal quale dipende e senza il quale non può funzionare autonomamente.

Generalità

In edilizia, si parla normalmente di sottosistema edilizio con riferimento alla “normativa qualitativa” – detta anche esigenziale-prestazionale perché si propone di definire e controllare la qualità stabilendo un forte rapporto tra le prestazioni di un bene edilizio e le esigenze dell’utenza alla quale il bene è destinato – per la quale vige la fondamentale esigenza di tenere distinti in sottosistemi gli aspetti ambientali e quelli tecnologici di ogni intervento edilizio pur rimanendo momenti dello stesso problema, tra loro interrelati e coerenti in una visione globale del processo realizzativo.

Derivazione

Il termine, quindi, attiene alla più generale “teoria della qualità” e al concetto di “sistema edilizio” con cui da tempo viene superato il concetto generico di edificio. In particolare, il sistema edilizio non è più riferibile a una generica idea di organismo edilizio o a tipologie descrittive di tipo tradizionale ma, piuttosto, all’insieme strutturato delle caratteristiche che l’edificio deve saper esprimere per poter soddisfare gli obiettivi che sono alla base del programma d’intervento.
Tale sistema è esprimibile, a sua volta, attraverso sistemi parziali di caratteristiche o sottosistemi, normalmente contrassegnati con i termini:

  • sottosistema ambientale;
  • sottosistema tecnologico.

Il sottosistema ambientale è l’insieme strutturato delle caratteristiche, quantitative e qualitative dello spazio che concorrono al soddisfacimento degli obiettivi prestabiliti, prescindendo dai caratteri dell’involucro che determina questo spazio. È ulteriormente divisibile in caratteristiche che riguardano direttamente il “benessere ambientale” e caratteristiche “tipologiche” che riguardano le dimensioni, la configurazione degli spazi e le loro reciproche relazioni.
La normativa qualitativa ha il ruolo di esprimere per le diverse destinazioni:

  • la lista delle attività;
  • la lista delle esigenze;
  • la metodologia e la strumentazione per il raggruppamento delle attività compatibili;
  • la lista dei requisiti di comportamento ambientale.

Il Sottosistema tecnologico è, invece, l’insieme strutturato delle caratteristiche fisiche degli elementi di involucro che rendono possibile il raggiungimento totale degli obiettivi.
In questo caso, la normativa esprime per le diverse destinazioni edilizie:

  • la lista delle unità tecnologiche;
  • la lista delle esigenze funzionali;
  • la lista dei requisiti di comportamento tecnologico.

I due sottosistemi non sono del tutto indipendenti in quanto le prestazioni del secondo derivano dalle esigenze e dai requisiti del primo. Ciò, comunque, non vuol dire che esiste una relazione biunivoca tra requisiti ambientali e requisiti tecnologici perché, in generale, un requisito ambientale corrisponde a più requisiti tecnologici e viceversa. Dalla loro capacità di relazionarsi e di essere complementari dipende la “qualità complessiva” del sistema.

La normativa della qualità scompone ulteriormente i due sottosistemi in elementi costitutivi fondamentali o oggetti di normazione.
Per il sottosistema ambientale:

  • il complesso insediativo di appartenenza;
  • l’organismo edilizio;
  • l’unità ambientale.

Per il sottosistema tecnologico:

  • l’organismo costruttivo;
  • l’elemento di fabbrica;
  • il componente.

Con la definizione dei requisiti di comportamento per ciascuno dei sottosistemi, ambientale e tecnologico, e con la successiva determinazione delle corrispondenti specificazioni di prestazione, ovvero fasce di valori, entro i quali le corrispondenti prestazioni degli oggetti di normazione dovranno essere contenute, si esaurisce l’intervento della normativa qualitativa che presiede l’intera fase degli interventi edilizi, cioè la definizione della qualità edilizia di qualsiasi programma di intervento.

Bibliografia

AA.VV., Normativa tecnica ed industrializzazione dell’edilizia, Bologna, 1979.
Normativa: UNI 10838/1999, “Edilizia – Terminologia riferita all’utenza, alle prestazioni, al processo edilizio e alla qualità edilizia.”

Copyright © - Riproduzione riservata
Sottosistema

Wikitecnica.com