Sperimentazione | Wikitecnica.com

Sperimentazione

Definizione

La sperimentazione è l’insieme delle attività mirate a verificare nel concreto e a validare in un contesto assimilabile alla realtà le prerogative di un prodotto (caratteristiche, prestazioni, funzionalità, comportamento, qualità) al fine di offrirne adeguate garanzie che consentano di metterlo in produzione e successivamente sul mercato nel rispetto delle vigenti normative.

Generalità

È una delle fasi, obbligata, che caratterizza un qualsiasi percorso di ricerca e che ha per obiettivo specifico di verificare la validità, in un dato settore e sotto numerosi ed articolati aspetti, di una determinata innovazione tecnologica nella prospettiva della replicabilità del prototipo realizzato e, nel contempo, dell’attendibilità della potenziale diffusione degli esiti delle indagini effettuate o della metodologia elaborata.
Nell’ambito della tecnologia dell’architettura la sperimentazione si basa, prevalentemente, sulla costante interazione tra ricerca scientifica e ricerca progettuale, concretizzandosi in modalità di lavoro in genere interdisciplinari che, partendo da osservazioni empiriche coniugate con l’insieme dei dati disponibili, si sviluppa attraverso intuizioni, interazioni di tipo analitico, associativo e valutativo e di sistematizzazione delle conoscenze.
La sperimentazione si sviluppa all’interno di un sistema predefinito; una volta individuate le condizioni del contesto di intervento, gli obiettivi dell’indagine e le modalità per la loro verifica, la ricerca si muove all’interno della tematica trattata cercando di prevedere la potenziale risposta dei sistemi produttivi e l’accettazione da parte dei sistemi sociali.
L’innovazione è invece un processo che si sviluppa in un sistema aperto, in cui i risultati della sperimentazione si confrontano con l’insieme delle variabili costituenti il sistema culturale, sociale e produttivo di riferimento e influiscono in maniera determinante sulle dinamiche di introduzione di un’innovazione tecnologica all’interno di un settore, in un dato momento storico e in un ambito territorialmente definito.
Nell’ambito della tecnologia dell’architettura la sperimentazione ha come finalità l’incremento della qualità nel processo edilizio che rende necessario valutare obiettivi, modalità e risultanze in ogni sua singola fase e/o operazione considerandola non isolata, ma strettamente correlata a tutte le altre; ulteriore obiettivo è la sostenibilità ambientale adottando responsabilmente un’ottica di lungo periodo che tenga conto dei diritti delle prossime generazioni.
Un obiettivo obbligato è costituito dall’aumento della produttività: l’oggettiva scarsa produttività del settore, soprattutto quello delle opere pubbliche, si traduce da un lato, in un danno economico e dall’altro nella mancanza di beni e servizi.
Infine, una particolare responsabile attenzione, va dedicata alla sicurezza d’uso e sui luoghi di lavoro sino dalla fase di programmazione fino a quella di gestione ed esercizio.
Tali finalità utilizzano i seguenti strumenti: i sistemi informativi, determinanti in considerazione della complessità del settore edile; i sistemi formativi, che interessano a vario titolo e con diverse modalità tutti i quadri del settore delle costruzioni dalle maestranze agli operatori nella ricerca applicata. Infine, i sistemi normativi che contribuiscono in modo determinante a creare le condizioni per la necessaria sperimentazione e sua traduzione in innovazione.

Bibliografia

Campioli A., Il contesto del progetto, Franco Angeli, Milano, 1993; Cavaglià G.(a cura), Letture tecnologiche, Edizioni Scriptorium, Torino, 1994; Periccioli M., Incontri dell’Annunziata 2002. Giornate di studio sull’innovazione tecnologica, Lìbrati, Ascoli Piceno, 2004; Torricelli M.C., Lauria A., Innovazione tecnologica per l’architettura, un diario a più voci, ETS, Firenze, 2004.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sperimentazione

Wikitecnica.com