Squadratura | Wikitecnica.com

Squadratura

Definizione – Etimologia

Dal latino ex-quadrare (rendere quadrato), quindi il conferimento di una forma o di una sezione ad angoli retti a materiali e oggetti.

Generalità

Utilizzato nella stereotomia nel taglio o rifilatura di un materiale, il termine nell’ambito architettonico si utilizza principalmente nel disegno per indicare il riquadro del foglio posto come limite e riferimento della rappresentazione.
Le norme del disegno tecnico mettono in relazione il formato del foglio con l’area utile alla rappresentazione, definendo implicitamente il margine: per la UNI EN ISO 5457:2002 la squadratura è impostata a minimo 10 mm nel lato corto e 15 mm nel lato lungo, da tracciare con linea grossa (UNI ISO 128-24:06), mentre nella precedente norme (UNI 936) si proponeva 20 mm per i formati A0 e 10 mm per i formati minori, aggiungendo poi 10 mm su tutto il contorno nell’ipotesi di un uso prolungato del foglio che presupponeva possibili rotture del margine.

Copyright © - Riproduzione riservata
Squadratura

Wikitecnica.com