Subbia | Wikitecnica.com

Subbia

Strumento a percussione indotta, in ferro acciaioso, lungo 20-30 cm, con punta di taglio a forma piramidale o tronco-conica, di 4-5 cm per pietre semi-compatte, più corta e smussata per pietre dure. 
L’inclinazione d’uso è di 20°-70° sul piano di lavoro: quasi perpendicolare nella sgrossatura, per asportare frammenti sollevando la s. a ogni colpo di mazzetta e incidendo fossette profonde di estensione variabile; più inclinata e aderente alla superficie, nella sbozzatura progressiva della forma, per rimuovere strati spessi fino a 3 cm incidendo linee parallele a 5-30 mm di distanza. Con leggere percosse produce tagli puntiformi o linee di finitura ravvicinate, simili a quelli della gradina ma più frammentari. Il contraccolpo può attutirsi percuotendo lo strumento con mazzuolo ligneo, ma le microlesioni biancastre che si formano nella lavorazione – “pisti” o “pistature” – si eliminano soltanto ribassando ulteriormente la superficie.

Bibliografia

Rockwell P., Lavorare la pietra, Roma, 1989

Copyright © - Riproduzione riservata
Subbia

Wikitecnica.com