Tecnica | Wikitecnica.com

Tecnica

Mappa concettuale dell'evoluzione delle tecniche dal Cinquecento all'Ottocento.
Mappa concettuale dell'evoluzione delle tecniche dal Cinquecento all'Ottocento.

Definizione – Etimologia

Il termine, che deriva dal greco tèchne, indica una serie d’operazioni svolte al fine di realizzare un prodotto rispondente a obiettivi predeterminati con piena rispondenza alle esigenze da soddisfare. Questo prodotto può essere sia intellettuale sia materiale attraverso una trasformazione e una configurazione.

Generalità

Nel caso di un agire artigianale, la comunicazione di questa serie d’operazioni, formulate empiricamente o trasmesse per tradizione, definita in forme semplificate di procedure, sono chiamate regole d’arte, utilizzabili da operatori professionalizzati con un’esperienza tale da garantire la qualità del fare.
Nel caso di produzioni industriali, la serie d’operazioni deriva da conoscenze scientifiche, e sono trasmesse in forma analitica e dettagliata, seguendo forme codificate diverse per ogni settore, per operatori più o meno specialisti, e con procedure di controllo sulla qualità dell’esecuzione.
Queste conoscenze sono diverse dalle conoscenze scientifiche e vengono prevalentemente trasmesse in forme visive e non verbali (Wolpert, 1998).
La tecnica con la sua finalità pratica veniva considerata culturalmente inferiore alla scienza impegnata nella ricerca della verità. Nel corso dei secoli, con l’aumento dell’importanza delle conoscenze scientifiche a scapito dell’esperienze pragmatiche, le differenze tra tecnica e scienza applicata sono diminuite e si può oggi dire che sono due fattori indissolubili del progresso della società. Oggi i laboratori industriali, dove si sviluppano nuove tecniche, hanno un’attività caratterizzata da procedure per prove e ricerca d’errori basate su precise conoscenze teoriche e perciò molto simili ai laboratori scientifici. Questo ha portato a un progresso scientifico e tecnologico molto accelerato che rende la tecnica strumento principe per soddisfare i bisogni dell’umanità.
In questo quadro generale troviamo le tecniche costruttive edili. A differenza d’altri settori in cui assistiamo alla completa scomparsa delle tecniche antiche, nelle costruzioni, data la loro lunga durata, molte tecniche antiche vengono ancor oggi utilizzate mantenendo vive le professionalità delle maestranze. Questo fa apparire il settore in alcuni casi arretrato e si attribuisce il merito dell’evoluzione delle tecniche solo a trasferimenti da altri settori. Cosa non vera, verificabile anche dall’intreccio di conoscenze, eventi, persone e edifici che costituiscono l’ossatura dell’evoluzione delle tecniche costruttive che viene rappresentata nelle mappe concettuali allegate (Addis, 2007).
Gli effetti dello sviluppo portato dall’industrializzazione si sono riverberati sulle tecniche costruttive con un aumento esponenziale dei materiali impiegabili, delle macchine per l’edilizia, della componentistica e delle tecniche costruttive costruite come sistemi, alcuna volte chiusi altre volte aperti. Una informazione tecnica completa e attività promozionali efficienti hanno creato una rete di distribuzione capillare rendendo tutto disponibile.
Questo ha portato le tecniche costruttive nell’alveo dei consumi di massa a scapito delle vecchie professionalità con l’effetto di rapido aumento dell’importanza della tecnica nel mondo moderno. Questo fenomeno in generale preoccupa i filosofi che accusano la tecnica di essersi trasformata da strumento in scopo (E. Severino, 2010).
L’apparato produttivo che sta dietro lo sviluppo delle tecniche, spinge a consumi e impieghi spesso ingiustificati e alcune volte anche dannosi.
Un barlume d’attenzione ai fattori etici si sta manifestando con un controllo della sostenibilità delle tecniche anche se appare limitato a un interesse solo ai fattori energetici.
Ancora c’è poca attenzione ai problemi della pericolosità dell’impiego delle tecniche e alla produzione di rifiuti.

Bibliografia

Addis B., 3000 years of design engineering and construction, Phaidon, London, 2007;  Severino E.- Macigni e spirito di gravità, Rizzoli, Milano, 2010; Wolpert L., La natura innaturale della scienza, Dedalo, Bari, 1998.

Mappa concettuale dell'evoluzione delle tecniche dal Novecento a oggi.

Mappa concettuale dell’evoluzione delle tecniche dal Novecento a oggi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Tecnica

Wikitecnica.com