Tecnologie mediatiche | Wikitecnica.com

Tecnologie mediatiche

Definizione e generalità

Provengono da ambiti scientifici diversi, perché il settore edilizio assorbe e assume le innovazioni che provengono da settori che operano nella proposizione continua di materiali, prodotti e tecnologie innovativi.
Lo Stanford Research Institute ha individuato 5 gruppi di tecnologie che, destinate a svolgere un ruolo determinate nei prossimi decenni, possono interagire con l’ambito edilizio perché ricadono nella programmazione dell’automazione degli edifici e nel controllo delle prestazioni/requisiti di componenti ad alte prestazioni:

  1. nuovi materiali;
  2. tecnologie ottiche;
  3. telematica;
  4. microelettronica;
  5. intelligenza artificiale (Baglioni A., 1993).

Nei media-building emerge una ampia casistica di sistemi mediatici concretizzati dall’integrazione di almeno due diverse tecnologie, che identificano così le tecnologie mediatiche. Alcune sono:

  • chimica-elettrica,
  • chimica-elettronica,
  • chimica-informatica,
  • elettrica-informatica,
  • elettronica-informatica,
  • elettronica-meccanica,
  • idraulica-informatica.
Bibliografia

Baglioni A., Nuovi materiali leggeri per l’architettura, Bologna, 1993.

Copyright © - Riproduzione riservata
Tecnologie mediatiche

Wikitecnica.com