Trapezio | Wikitecnica.com

Trapezio

Definizione – Etimologia

Dal latino trapezium dal greco trapeza (tavolo a quattro gambe), il trapezio è un quadrilatero convesso nel quale due dei quattro lati, detti rispettivamente “base maggiore” e “base minore”, sono tra loro paralleli: la loro distanza è l’altezza del trapezio.

Generalità

Si dice che un trapezio è isoscele quando i due angoli adiacenti a una delle due basi sono congruenti, ovvero quando le sue due diagonali sono tra loro uguali. Un trapezio si dice rettangolo quando due dei suoi angoli interni sono retti ed è scaleno quando ha tutti i lati e gli angoli di diversa lunghezza e ampiezza. Si definisce infine ottusangolo un trapezio che presenta un angolo ottuso adiacente alla base maggiore. In un trapezio le due diagonali si suddividono reciprocamente secondo uno stesso rapporto, identico a quello tra le due basi maggiore e minore; inoltre la loro intersezione genera una coppia di triangoli simili.

Copyright © - Riproduzione riservata
Trapezio

Wikitecnica.com