Trono | Wikitecnica.com

Trono

Creta, Palazzo di Cnosso, sala del trono.
Creta, Palazzo di Cnosso, sala del trono.

Definizione-Etimologia

Dal greco thrònos, simile a thrànos (sgabello), il termine latino tardo thronus subentrò al termine classico solium. Il trono corrisponde, nell’accezione più comune, a un seggio con schienale, realizzato con materiali preziosi e finemente decorato, sopraelevato dal suolo per mezzo di un podio e, spesso, sormontato da un baldacchino.

Generalità

Esso rappresenta simbolicamente un’autorità, sia essa politica (sovrani, alti magistrati), religiosa (nell’antichità pagana divinità e sacerdoti; nel cristianesimo i vescovi, con il termine di “cattedra”) o di altra natura. Detiene, generalmente, una posizione dominante all’interno della sala che lo accoglie, dalla quale l’occupante compie atti connessi alla sua carica. Data la vasta diffusione geografica e storica, il trono ha acquisito fattezze quanto mai varie. Dall’esempio più antico del trono di Cnosso (un sedile in pietra; 1500-1200 a. C.) alla cathedra greco-romana.

Copyright © - Riproduzione riservata
Trono

Wikitecnica.com