Verifica | Wikitecnica.com

Verifica

Definizioni – Etimologia

La verifica costituisce l’azione e l’effetto del verificare. Termine del latino medievale, composto da verus (vero) e ficare dal tema di facere (fare), verificare significa dimostrare il vero, accertare la veridicità, la legittimità di qualcosa. La verifica si riferisce ad un processo di indagine teso a comprovare validità; in campo scientifico attraverso la verifica con indagini sperimentali si confermano ipotesi o principi teorici. Verificare i conti, il buon esito di un lavoro o l’autenticità di un documento significa procedere alle operazioni necessarie a convalidare la sostanza e la correttezza di quanto si esamina, mediante accertamenti, prove, controlli.

Scopo della verifica è quello di individuare la congruenza di quanto rilevato a quanto precedentemente stabilito, senza esprimere nel merito giudizi di valore, come accade nel caso della valutazione.

Le verifiche nel settore edilizio

Il concetto di verifica è ricorrente nella prassi progettuale, costruttiva e manutentiva degli edifici. La committenza ha il diritto-dovere di verificare la buona esecuzione dell’opera e constatarne l’efficienza durante l’esercizio; in campo strutturale si procede alle dovute verifiche sulla stabilità dell’edificio, sia in fase di progetto (calcoli strutturali) che durante e a conclusione della costruzione (collaudo); nella direzione dei lavori si verifica la correttezza dell’esecuzione dell’opera e la conformità alle prescrizioni del progetto e alle normative tecniche cogenti in materia edilizia.

La verifica ha assunto particolare rilievo con le disposizioni normative sulla certificazione dei prodotti e dei servizi che hanno introdotto una serie di misure per garantire l’efficacia e l’efficienza delle varie fasi del processo edilizio e del prodotto stesso, inteso sia come prodotto per l’edilizia, sia come manufatto nel suo insieme.

Nel primo caso, oltre alla verifica di conformità agli standard di progetto, che avviene all’interno dello stesso ciclo produttivo, organismi preposti e autorizzati alla certificazione verificano attraverso prove di laboratorio caratteristiche e prestazioni del prodotto (es. isolamento termico di un infisso, entità del carico ambientale del ciclo di vita). Altre verifiche sono quelle previste dalla legislazione e applicate da autorità di controllo (Comuni, ASL, Soprintendenze, VdF) che attraverso loro disposizioni, norme o regolamenti, da un lato condizionano il processo edilizio, dall’altro ne verificano i risultati. Per la validazione del progetto, ad esempio, gli enti pubblici devono procedere a verifica per l’accertamento della conformità del progetto stesso alla normativa vigente nonché della sussistenza dei requisiti minimi di appaltabilità.

Nelle norme cosiddette “volontarie”, la verifica del progetto di architettura assume un senso più ampio e si affianca al più complesso concetto di qualità come “conferma del soddisfacimento dei requisiti del programma da parte del progetto, data a seguito di esami e supportata da evidenze oggettive”. Le verifiche possono essere distinte rispetto alle fasi del processo (verifica di laboratorio, di progetto, in opera, in esercizio) o in base ai principali obiettivi: provare la qualità al fine della certificazione (etichetta ambientale, certificato prevenzione incendi); accertare la regolarità dal punto di vista burocratico (conformità alle prescrizioni contenute negli strumenti di pianificazione, idoneità tecnica-professionale delle imprese); convalidare l’esattezza (verifica strutturale, conformità al progetto).

Bibliografia

Sinopoli N., La tecnologia invisibile: il processo di produzione dell’architettura e le sue regie, Milano, 1997; Gottfried A., I criteri di progettazione e le verifiche, Quaderni del manuale di progettazione edilizia, Milano, 2006.

Riferimenti normativi:

d.lgs del 12. 04. 2006, n. 163; Norma UNI 10722-1:2007 Edilizia – Qualificazione e verifica del progetto edilizio di nuove costruzioni – Parte 1: Principi, criteri generali e terminologia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Verifica

Wikitecnica.com