Vestibolo | Wikitecnica.com

Vestibolo

Definizione – Etimologia

Ambiente posto tra l’ingresso e lo spazio interno, di diversa estensione e importanza a seconda dell’edificio di cui è parte, con funzione di anticamera o distributiva. La voce latina vestibulum si può ricondurre ai termini accadici wasitu (uscita) e abullu (porta).

Generalità

Nell’architettura romana residenziale il vestibolo, parte dell’ingresso, è uno spazio semipubblico tra l’accesso e la strada: Vitruvio (VI, 5,1) lo pone tra gli spazi communia, quelli cui si può accedere anche senza essere invitati dal proprietario; in esso sostavano i clientes in attesa del cerimoniale di omaggio e assegnazione di compiti (salutatio). Il termine indica poi lo spazio antistante la cella di un tempio o di una camera sepolcrale e in senso generico un’anticamera; può assumere forme monumentali, con pianta complessa e copertura a volta.
Nei palazzi del primo Rinascimento l’ingresso, in pianta simile a quello delle residenze antiche, appare indiviso, salvo qualche caso in cui compare un accenno all’originaria divisione in vestibulum e fauces (P. Del Monte, Monte S. Savino); nel ‘500 il vestibolo assume forme più importanti e distinguibili ed è connotato da elementi architettonici che ne scandiscono lo spazio (Biblioteca Laurenziana a Firenze, Palazzi Massimo e Farnese a Roma); da semplice corridoio di accesso al cortile esso diviene spazio distributivo più ampio, su cui si affacciano altri ambienti e la scala, e di rappresentanza, fondendo le funzioni dell’ingresso-distribuzione a quelle celebrative del complesso atrio-tablino-alae della casa antica; tale carattere si accentuerà assumendo aspetto più scenografico nel ‘600 e ‘700.
Nei secoli XIX e XX il vestibolo ha caratteri distintivi di decoro per le residenze plurifamiliari di cui costituisce uno spazio comune e assume forme imponenti nei nuovi edifici dell’amministrazione pubblica. Nell’architettura contemporanea il vestibolo ha funzione distributiva e di accoglienza.

Bibliografia

De Albentiis E., La casa dei romani, Milano, 1990; Semerano G., Le origini della cultura europea, Firenze, 1994.

Copyright © - Riproduzione riservata
Vestibolo

Wikitecnica.com