Vicus | Wikitecnica.com

Vicus

Nel mondo romano è prevalentemente un agglomerato di case disposte lungo una via, ma il termine assume diverse accezioni legate al suo riconoscimento all’interno di una comunità. 
Il suo significato più antico infatti è quello di “famiglie associate” e deriverebbe dall’indeuropeo woiko-, da cui il greco óikos, “casa”. 
Il termine assume poi un significato di organizzazione spaziale e amministrativa del territorio. 
Si distinguono vici urbani, una sorta di distretti in cui si divide la città, retti da vicomagistri addetti ai culti di quartiere (compitum), e vici rurali, aggregazioni di costruzioni assimilabili a villaggi non fortificati che potevano far parte di un distretto rurale più ampio (pagus), senza presentare costruzioni sparse nel territorio. 
Per estensione, vicus può indicare anche una strada costeggiata da edifici o un fabbricato attraversato da un passaggio.

Bibliografia

Letta C., Vicus rurale e vicus urbano nella definizione di Festo, in “Rivista di cultura classica e medioevale”, 1, 2005, pp. 81-96.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Vicus

Wikitecnica.com