Westwerk | Wikitecnica.com

Westwerk

Definizione – Etimologia

Termine tedesco, da West (occidentale) e Werk (opera) che indica il corpo occidentale di alcune chiese dell’età carolingia. Detto anche westwork in inglese.
Costituisce una delle più significative innovazioni della cultura preromanica con particolare diffusione tra IX e X secolo nei territori del nord dell’impero carolingio. Addossato al corpo anteriore della chiesa, il Westwerk è costituito da una struttura centrale affiancata da due torri scalari. Lungi da essere un modello uniforme ripetuto, il Westwerk presenta caratteri iconografici disomogenei nei territori imperiali, così come vari risultano gli usi degli spazi interni. L’articolazione delle funzioni (liturgiche, difensive, simboliche e di rappresentanza), individuate per questi corpi di fabbrica, è oggetto di un interessante dibattito aperto tra gli studiosi.

Generalità

Sugli edifici più antichi di Saint Denis e Lorsch (775 e 774) i dati emersi dagli scavi archeologici non sembrano stabilire con certezza l’esistenza di corpi occidentali, mentre invece a Centula (799) hanno confermato la presenza di un blocco a ovest a pianta poligonale definito da un transetto e da un portale a triplice arcata fiancheggiato da torrette. L’unicità della pianta centrale della cappella palatina di Aachen (790) che si caratterizza per un corpo occidentale articolato in due torrette scalari e in uno spazio di ingresso, al quale si contrappone sullo stesso asse il coro, rende difficile ascriverla alla tipologia propria del Westwerk.
Nel corso del IX secolo altri esempi di Westwerk sembrano ritrovarsi a Reims, sotto le fondazioni dell’attuale cattedrale gotica (816-862) e ad Auxerre (metà IX secolo) indagati recentemente e riletti dalla storiografia alla luce degli scavi archeologici effettuati. Nelle grandi abbazie francone di Selingenstadt e di Hersfeld della prima metà del IX secolo si assiste a una contrapposizione dei volumi verticali, tra il sistema transetto-coro nella parte orientale, che si arricchisce di elementi a torre, e quello orizzontale, che mantiene una maggiore grandiosità nella composizione volumetrica.
Recenti scavi archeologici permettono di delineare il quadro costruttivo del Westwerk di Corvey (873-885, sopraelevato nella metà del XII secolo) anche se le ricerche, in particolare sull’apparato decorativo dipinto e a stucco, sono ancora in corso. A pianta quadrata il Westwerk comprende al piano terreno un atrio voltato su colonne e una zona di passaggio che immette nel corpo principale della chiesa. I due piani superiori sono occupati al centro da una vasta sala circolare con gallerie aperte sullo spazio interno. Si tratta di un organismo architettonico distinto e autonomo rispetto al corpo della chiesa e destinato a sede ufficiale del potere; il seggio imperiale era collocato in posizione elevata nella grande loggia dalla quale si domina l’intero spazio interno del triturrium e della basilica. Analogo per imponenza doveva essere il Westwerk della chiesa di San Salvatore a Werden im Ruhr, dedicato a Santa Maria e terminato nel 943. Imponenti lavori di trasformazione del complesso, tra il 1256-75, interessarono anche il Westwerk. La storiografia ha proposto interpretazioni contrastanti rispetto all’articolazione volumetrica del corpo occidentale; l’eliminazione della cripta interna anticiperebbe le soluzioni adottate successivamente nelle chiese ottoniane.
L’evoluzione del Westwerk nei Westbau e Westturm delle chiese ottoniane è una semplificazione formale della struttura e del ruolo. Il passaggio chiave dal Westwerk carolingio al massiccio occidentale turrito ottoniano è testimoniato dal Westbau del San Pantaleone di Colonia (966 – 980).

Bibliografia

Caillet P., L’art carolingien, Paris, 2005; Ciotta G., La cultura architettonica carolingia. Da Pipino III a Carlo il Grosso (751-888), Milano, 2010; Jacobsen W., Edilizia cultuale dell’alto medioevo: contesti storici e percorsi liturgici, in Piva P. (a cura), Arte medievale: le vie dello spazio liturgico, Milano 2010, pp. 47-79; Mc Clendon C. B., The origins of Medieval Architecture, New Haven, 2005.

Copyright © - Riproduzione riservata
Westwerk

Wikitecnica.com