Adyton | Wikitecnica.com

Adyton

Dal greco àdyton, luogo in cui non è possibile entrare.
Vano talvolta presente al fondo della cella di un tempio greco, il cui accesso era riservato ai sacerdoti. La funzione non è del tutto chiara: poteva ospitare riti misterici, oracolari o anche la statua di culto.

Poteva essere di forma rettangolare (Selinunte, tempio C) o absidata (edifici di età geometrica), e presentarsi internamente articolato in colonne (Apollonion a Cirene), e non era necessariamente chiuso, come dimostrano i casi dei templi di Apollo a Delfi e Zeus a Nemea, in cui l’adyton è costituito da un livello più basso del piano di calpestio. Anche l’area cicladica è stata interessata dalla presenza dell’adyton nell’impianto planimetrico (tempio di Dioniso a Iria, Naxos), mentre negli edifici templari sicelioti si ritrova costantemente già a partire dal VI secolo a.C. (tempio di Apollo a Siracusa).

Bibliografia

Hollinshead M.B., Adyton, opisthodomos, and the inner room of the Greek temple, “Hesperia”, 68, 1999, pp. 189-218.

(Luisa Boccardi)

Copyright © - Riproduzione riservata
Adyton

Wikitecnica.com