Arenaria | Wikitecnica.com

Arenaria

La pietra arenaria, o arenite, è una roccia sedimentaria derivata dalla cementazione naturale di sabbia silicea o silicatica. Le arenarie sono costituite principalmente da granuli di dimensioni tra 2,00 e 0,06 mm, derivati dalla disgregazione di rocce di vario tipo. La matrice che riempie gli spazi compresi tra i granuli, detta cemento se cristallizzata, può essere di natura silicea, calcarea, argillosa, ferruginosa, gessosa, più frequentemente mista.
A seconda della compattezza determinata dal cemento, le arenarie si distinguono in forti o friabili. Hanno giacitura a strati e colorazione grigia, rossastra, bruna-giallastra, verdognola. Di facile lavorazione, sono ampiamente utilizzate per elementi architettonici, rivestimenti, pavimentazione, ma anche come materiale refrattario.
Molte le varietà scavate in Italia, tra queste: arenaria Azzurra di Sarnico (Iseo, Brescia), Pietra Simona della Valcamonica (Brescia), Pietra Serena (Firenze, Perugia), Pietraforte (soprattutto a Firenze), e altri tipi prevalentemente in area toscana.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arenaria

Wikitecnica.com