Caldana | Wikitecnica.com

Caldana

Il termine, dal lat. calidum, indica, forse con allusione al potere coibente, lo strato di supporto della pavimentazione con funzioni di isolamento termico, di compensazione di quote, di ripartizione dei carichi, di formazione delle pendenze necessarie per lo smaltimento dell’acqua meteorica dalle coperture piane e dai terrazzi. Talvolta sono usati come sinonimi i termini “massetto” e “sottofondo”.
Le caldane, realizzate in passato con calcestruzzi a base di calce aerea, più eventuali additivi naturali, sono oggi generalmente realizzate in calcestruzzi di cemento leggero, cioè a basso peso specifico, o in calcestruzzi aerati e alveolari, oppure confezionati con inerti leggeri (come il calcestruzzo di pomice, i calcestruzzi di argilla espansa, di vermiculite, di perlite).

Bibliografia

Galliani G.V. (diretto da), Dizionario degli elementi costruttivi, vol. 1, Torino, 2001, pp. 160-161.

Copyright © - Riproduzione riservata
Caldana

Wikitecnica.com