Chiasso | Wikitecnica.com

Chiasso

Anticamente chiazzo (diminutivo, chiasolino), usato dal XIII secolo, specie in Toscana, per indicare un vicolo, una stradina stretta, accessoria, anche coperta da volte. In Sardegna, tra XV e XVI secolo, nelle declinazioni jassu, gassu o ingassu, significa contrada o strada di ingresso ai poderi rustici, derivando dal latino medievale classus locus.
Il chiasso, dal latino classis (divisione, separazione), è anche il vicolo che divide longitudinalmente gli isolati di molte città medievali, servendo il retro delle abitazioni a schiera che, a seconda della sua dimensione, lo utilizzano come accesso secondario o come collettore delle acque nere e piovane.
Il chiasso può avere ampiezza variabile; quelli di minore sezione furono spesso, nel tempo, oggetto di saturazione edilizia, sfuggendo al controllo delle amministrazioni, più attente alla viabilità primaria. Rientrò, invece, in una progettazione urbanistica accurata quale modulo minore nel disegno di Arnolfo di Cambio per le Terrenuove fiorentine.

Copyright © - Riproduzione riservata
Chiasso

Wikitecnica.com