Deruralizzazione | Wikitecnica.com

Deruralizzazione

Il termine, prevalentemente impiegato nei paesi ad alto tasso di urbanizzazione per indicare l’abbandono della campagna e delle pratiche agricole, ricomprende mutamenti riconducibili a:

  • le trasformazioni del mercato agricolo e delle tecnologie produttive, che nel premere per lo spostamento delle grandi coltivazioni in aree extraeuropee, trattiene quelle attività residue a più elevato potenziale tecnologico classificabili più nell’ambito del settore secondario che in quello tradizionalmente definito come primario, in relazione alla minore utilizzazione e/o influenza delle risorse naturali;
  • fenomeni di insediamento diffuso o sparso, responsabili di un elevato consumo di suolo, con costi sociali, urbanistici e ambientali estremamente rilevanti.

La loro concomitanza è responsabile, da un lato, della formazione dell’incolto, dell’interruzione della continuità ecologica e della banalizzazione dei paesaggi agrari, dall’altro, di una progressiva frammentazione degli spazi aperti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Deruralizzazione

Wikitecnica.com