Esastilo | Wikitecnica.com

Esastilo

Definizione – Etimologia

Dal greco ἐξ (sei) e στύλος, (colonna), definisce una tipologia architettonica in base al numero di sei colonne presenti sulla facciata principale dell’edificio, sia esso un tempio, un propileo, l’avancorpo di una stoà.

Generalità

Vi sono esempi di porticati esastili in antis, aventi cioè le sei colonne inquadrate tra ante (es.: tempio di Apollo a Karthaia, Keos; Sala dei Doni Votivi a Samotracia); edifici prostili esastili, aventi sei colonne libere sulla fronte principale (es.: tempio di Artemide ad Aulis; propilei di Mnesicle ad Atene), ma anche avancorpi di stoai a paraskenia (Stoà di Zeus ad Atene); templi anfiprostili esastili, con le sei colonne replicate sul retro (es.: tempio di Apollo degli Ateniesi a Delos); templi peripteri esastili, che presentano sei colonne sui lati brevi della peristasi (es.: tempio di Hera II a Poseidonia).

Bibliografia

Lippolis E., Livadiotti M., Rocco G., Architettura Greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo, Milano, 2007.

Copyright © - Riproduzione riservata
Esastilo

Wikitecnica.com