Frassino | Wikitecnica.com

Frassino

Nome comune di un genere di circa 70 specie della famiglia delle oleacee, diffusa in Europa centro-meridionale, Asia, Giappone, Nord America. Latifoglia a crescita normale, dalla tessitura media-grossolana, ha fibratura diritta e regolare, colore dal bianco grigiastro al marrone chiaro. Il legno che si ricava dai tronchi (lunghezza variabile da 1,80 a 4,50 m e larghezza da 18 a 55 cm) è pesante, semiduro e flessibile; ha un’ottima resistenza meccanica, ma è facilmente attaccabile da funghi, che ne limitano la durabilità. L’essiccazione e la stagionatura devono essere condotte lentamente per evitare deformazioni e spacchi. La facile lavorabilità e curvatura, accanto alla discreta stabilità dimensionale ne permettono l’impiego come legname da costruzione, tranciati per impiallacciature e arredi e per la realizzazione di remi, sci, racchette da tennis.

Bibliografia
Benedetti C., Bacigalupi V., Legno architettura, Kappa, Roma, 1991; Giordano G., Tecnologia del legno, Utet, Torino, 1981; Giachino D.M., Legno. Manuale per progettare in Italia, Utet Scienze Tecniche, Torino, 2013; Natterer J., Herzog T., Volz M., Atlante del Legno, Utet Scienze Tecniche, Torino, 1999.

Copyright © - Riproduzione riservata
Frassino

Wikitecnica.com