Giallo Antico | Wikitecnica.com

Giallo Antico

Marmo antico proveniente da Chemtou in Numidia, nell’attuale Tunisia. Conosciuto anche come Marmo Numidico è stato uno dei più pregiati materiali lapidei del mondo romano, utilizzato nelle architetture pubbliche e nei rivestimenti ad opus sectile delle residenze patrizie private. Ha struttura saccaroide, grana finissima e colorazione variabile dal giallo pallido, allo zafferano intenso, fino all’arancio rosato carico. Può avere tessitura sottilmente venata o brecciata, con sfumature e macchie anche tendenti al grigio e al rosso porpora. In passato è stato spesso sottoposto alla cosiddetta azione di “focatura” poiché il calore ne accentua le tonalità. Estremamente diffuso in molte provincie dell’impero dall’età augustea fino ai Severi, è stato particolarmente apprezzato come marmo di spoglio in epoca moderna e a trovato buona applicazione anche nella scultura animalistica.

Bibliografia

Blanco G., Dizionario dell’architettura di pietra, vol. I, Roma, 1999; Gnoli R., Marmora romana, Roma, 1971.

Copyright © - Riproduzione riservata
Giallo Antico

Wikitecnica.com