Meniano | Wikitecnica.com

Meniano

Definizione – Etimologia

Nell’architettura romana indica principalmente una balconata o una loggia lignea aggettante rispetto alla verticale. Deriva da maenianum, che, secondo la tradizione più probabile, discende direttamente dal nome del censore Caius Maenius (Gaio Menio). Questi nel 318 a. C. avrebbe fatto realizzare delle balconate di questo tipo nel foro romano, al di sopra delle taberne veteres e novae, che gli si affacciavano rispettivamente sui lati sud-ovest e nord-est.

Generalità

Il meniano per antonomasia rimase quello forense, ma il termine fu adottato estensivamente anche per i piccoli ballatoi dell’edilizia privata. Nell’architettura teatrale con il termine si indicavano le divisioni orizzontali della cavea, separate da praecintiones, camminamenti circolari di distribuzione per il pubblico. In età moderna si definisce meniano una loggia aggettante in legno o vetro, realizzata come postazione di osservazione per eventi o feste.

Bibliografia

Vitruvio, De architettura, a cura di P. Gros, V, 1, 2, Torino, 1997 e note.

Copyright © - Riproduzione riservata
Meniano

Wikitecnica.com