Monitoraggio (tecnologia) | Wikitecnica.com

Monitoraggio (tecnologia)

Definizione – Etimologia

Il termine monitoraggio, dal latino monitor –oris, derivato di monere, con il significato di ammonire, avvisare, informare, consigliare, ha origine in ambiente industriale, per indicare la vigilanza continua di una macchina in funzione, mediante appositi strumenti che ne misurano le grandezze caratteristiche (velocità, consumo, produzione ecc.).

Generalità

In letteratura si individua il monitoraggio, nell’insieme delle procedure di rilevazione sistematica delle variazioni di un specifica caratteristica (fisica, chimica, dimensionale, morfologica, geometrica, …).
Riferito al patrimonio costruito, il monitoraggio viene adottato nell’accezione di selezione / acquisizione / sistematizzazione di indicatori significativi – parametri singoli o valori derivati dall’integrazione tra più parametri, capaci di fornire un’informazione sintetica relativa ai fini della predizione dell’insorgere di condizioni di rischio non note.

Copyright © - Riproduzione riservata
Monitoraggio (tecnologia)

Wikitecnica.com