Pino | Wikitecnica.com

Pino

Definizione

Lat. pinus. È il più importante e diffuso genere di conifere sempreverdi delle pinacee, delle regioni temperate dell’emisfero settentrionale e tropicali ad altitudini elevate. In Italia le più note sono: pino domestico, pino marittimo, pino d’Aleppo, diffuse lungo tutte le coste; pino larìcio; pino nero (Alpi ed Appennino); pino loricato (regioni nord-orientali dell’area mediterranea, più raro nell’Appennino centro-meridionale); il pino cembro e il pino mugo.

Generalità

Molto diffuso in Europa è il pino silvestre da cui si ricava legname tenero, resinoso, di fibratura dritta, tessitura media, colore dal giallognolo al roseo bruniccio. Resistente e un po’ nodoso, ha ottima stabilità dimensionale; sensibile a funghi cromogeni (causa di azzurramento), teme il Capricorno delle case, dannoso quando già in opera. Di facile essiccazione e lavorazione. ha molti usi: carpenteria, serramenti, mobili, listoni,traversine ferroviarie, imballaggi, pasta da legno.

Bibliografia

Benedetti C., Bacigalupi V., Legno architettura, Kappa, Roma, 1991.

Copyright © - Riproduzione riservata
Pino

Wikitecnica.com