Stiloforo | Wikitecnica.com

Stiloforo

Definizione – Etimologia

Dal greco portatore di colonna.
Il termine indica sculture di animali o telamoni posti a base delle colonnine di sostegno dei protiri o dei pulpiti principalmente nelle chiese romaniche e gotiche italiane.

Generalità

L’impiego degli animali stiloforo e in particolare dei leoni nei pulpiti è frequente nell’area toscana durante il XIII secolo e l’inizio di quello successivo; si ritrovano nei pergami realizzati da Nicola Pisano, nel battistero di Pisa (1260) e nel duomo di Siena (1265-1268), e in quelli della chiesa di Sant’Andrea di Pistoia (1298-1301) e della cattedrale di Pisa. In questi casi la struttura complessa dei pulpiti alterna leoni a telamoni, o ad altri animali simbolici come sostegno delle colonne. Proveniente dallo stesso ambito culturale è il pergamo del maestro Guglielmo conservato nel duomo di Cagliari (XII secolo), sostenuto da quattro leoni stilofori. Nei protiri di numerose cattedrali romaniche italiane (Modena, Verona, Fidenza, Cremona, Piacenza, Parma, Ferrara), sono presenti leoni stilofori.

Copyright © - Riproduzione riservata
Stiloforo

Wikitecnica.com