Teak | Wikitecnica.com

Teak

Definizione

Lat. tectona grandis. Legno pregiato che si ricava dalla tectonia grandis, della famiglia delle verbenaceae che cresce spontaneo nell’Asia meridionale, dall’India all’indonesia fino al Vietnam e in piantagioni sperimentali anche nell’Africa tropicale.

Generalità

Il legname di elevata durezza e resistenza, presenta fibratura per lo più dritta, senza nodi, di colore dal biancastro dell’alburno al giallo, giallo-bruno, talvolta con toni verdastri e più scuri nel durame che gli conferiscono un aspetto molto decorativo. Grasso d’aspetto e al tatto, di ottima durabilità e resistenza all’acqua e agli acidi. L’essiccazione è facile, ma va eseguita lentamente. Si lavora facilmente ma per il suo contenuto oleoso non è agevole da incollare; di contro non richiede operazioni di verniciatura. Per le sue particolari caratteristiche il suo principale impiego è nelle costruzioni navali, ma il suo caldo aspetto lo ha anche reso molto apprezzato per mobili di pregio, parquet e serramenti.

Bibliografia

AA.VV., Atlante del legno, Torino, 1998; Enciclopedia Treccani, ad vocem, http://www.treccani.it/enciclopedia/teak/; Giachino D.M., Legno. Manuale per progettare in Italia, Torino, 2013; Giordano G., Tecnologia del legno, Torino, 1981.

Copyright © - Riproduzione riservata
Teak

Wikitecnica.com