Archetti pensili | Wikitecnica.com

Archetti pensili

Piccoli archi ciechi collocati in rilievo su una parete, disposti in serie continue. La loro comparsa si ascrive all’architettura medievale, a partire dalla fine del X secolo. Gli archetti pensili sono costituiti da piccoli conci (concio) su peducci o mensole, spesso decorati con finiture scultoree o cromatiche. Le loro caratteristiche costruttive, come la geometrizzazione dei conci, il profilo dell’arco, la presenza di elementi ornamentali, sono utili per determinare la loro cronologia.
In un primo periodo le fasce sono definite da serie a pieno centro, di finitura incerta e sommaria (X-XI secolo). Con la maggiore specializzazione delle maestranze romaniche, i fregi si arricchiscono di ornamenti scultorei, di corsi a dente di sega, a rombi o a zig zag, mentre, con l’approssimarsi del gotico, il profilo dell’arco diviene acuto, spesso falcato e composto da archetti pensili intrecciati e trilobati.

Copyright © - Riproduzione riservata
Archetti pensili

Wikitecnica.com