Bambù | Wikitecnica.com

Bambù

Milano, Bamboo Eco Dome di Mauricio Cardenas Laverde per il Fuorisalone 2009.
Milano, Bamboo Eco Dome di Mauricio Cardenas Laverde per il Fuorisalone 2009.

Phyllostachys pubescens, pianta della famiglia delle graminacee (di altezze fino a 40 m), rinnovabile, a rapidissimo accrescimento. Presente prevalentemente nei paesi asiatici e sudamericani, è caratterizzata dal fusto cavo, liscio e nodoso, di notevole durezza e resistenza meccanica per l’alto contenuto di silice e fibre. Leggero, presenta ottima stabilità dimensionale e durabilità.
Il bambù è usato fin dall’antichità nelle costruzioni tradizionali (dalle abitazioni ai ponti sospesi, ai templi) in molti paesi come Giappone, Filippine e Cina, dove viene ancora impiegato per opere provvisionali anche di edifici di notevole altezza.
L’uso crescente nell’edilizia contemporanea spazia dalla realizzazione di condotte d’acqua ad opere provvisionali, al rinforzo del calcestruzzo fino all’impiego in pavimenti, rivestimenti ed impiallacciature.
Le recenti sperimentazioni sulla tecnica dei giunti ne ha consentito l’impiego per strutture portanti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Bambù

Wikitecnica.com