Boiserie | Wikitecnica.com

Boiserie

A. Charpentier, boiserie della sala da pranzo (1900-1901), Parigi, Museo d'Orsay (foto RMN, Hervé Lewandowski).
A. Charpentier, boiserie della sala da pranzo (1900-1901), Parigi, Museo d'Orsay (foto RMN, Hervé Lewandowski).

Definizione e Generalità

Termine di origine francese, derivato da bois, legno, con il significato originario di tavolato in legno, parete, soffitto o pavimento in legno. Indica l’insieme delle strutture lignee decorative dell’interno di un ambiente di particolare pregio.
Il termine è oggi prevalentemente utilizzato per indicare un particolare tipo pannellatura in legno, spesso dipinta, intagliata, dorata o intarsiata, utilizzata come rivestimento decorativo delle pareti interne, delle porte, dei divisori o del soffitto di una stanza.
In uso sin dal medioevo, viene inserita soprattutto negli interni delle case signorili nord europee, con funzioni di isolamento termico prima ancora che decorative.
Si diffonde molto in Francia a partire dal regno di Luigi XV: in un periodo di ristrettezze economiche si utilizza diffusamente il rivestimento ligneo come strumento per la ristrutturazione spaziale anche in edifici di alta rappresentanza come la reggia di Versailles.
Mobile a bois, arredo integrato o anche solamente coordinato, nel rivestimento decorativo in legno di una parete.

Esempi
Rousseau A.J., boiserie dei Bains du roi, château de Versailles (1771); Verberckt J., boiserie dello studio privato di Luigi XV, château di Versailles (1753).

Bibliografia

De Fusco R., Storia dell’arredamento, Torino, 1985; Regazzoni Caniggia A., L’organismo arredativo: metodologia di analisi e lettura comparata, Roma, 1990; Regazzoni Caniggia A., Profilo di tipologia dell’arredo, Firenze, 1977.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Boiserie

Wikitecnica.com