Amianto | Wikitecnica.com

Amianto

Bonifica di lastre di copertura contenenti amianto tramite incapsulamento con la messa in opera a spruzzo di film plastici.
Bonifica di lastre di copertura contenenti amianto tramite incapsulamento con la messa in opera a spruzzo di film plastici.

Definizione – Etimologia

Detto anche asbesto; gruppo di minerali altamente fibrosi del gruppo dei silicati a struttura microcristallina e di colore bianco-verdastro o azzurrognolo. Dal greco amiàntos (incorruttibile o non macchiato) in quanto non viene intaccato dal fuoco ma pulito.

Generalità

Comune in natura, per l’elevata resistenza al calore e agli acidi, per la bassa conducibilità termica ed elettrica e per la struttura fibrosa flessibile, ha avuto ampia diffusione in applicazioni civili ed industriali, quali la fabbricazione di tessuti ignifughi, l’isolamento termico per basse e alte temperature e la fabbricazione di guarnizioni frenanti per impiego automobilistico e ferroviario.
In amalgama con il cemento (brevetto di Ludwig Hatschek, Austria, 1901) viene utilizzato per numerosi prodotti legati alla tecnologia delle costruzioni grazie al basso costo e alla struttura fibrosa che costituisce una “armatura dispersa” per il calcestruzzo.
Nel 1903 inizia la produzione in scala industriale di elementi in cemento-amianto (lastre ondulate per coperture, tramezzature, controsoffitti, canne fumarie, tubazioni) con il nome commerciale di Eternit.
L’amianto presente in questi prodotti è instabile; la semplice pressione o l’azione di agenti esterni (pioggia, urti, sfregamenti) provocano il rilascio di fibre dannose per la salute. La sua nocività e la correlazione con l’insorgenza dei tumori (neoplasie polmonari) era già scientificamente constatata negli anni ’60. Solo agli inizi degli anni ’90, però, si è cominciato a vietarne l’uso in molti Paesi. Non esiste una soglia di rischio: teoricamente l’inalazione di una sola fibra può causare il mesotelioma o altre patologie mortali, tuttavia il rischio è in genere correlato alla concentrazione e al tempo di esposizione.
L’impiego dell’amianto è fuori legge in Italia (Legge n. 257/1992). Da allora i prodotti in fibrocemento impiegano la fibra di vetro, la cellulosa, il PVA (Polyvinyl alcohol), il CFRP (carbon fiber-reinforced polymer) con prestazioni simili ma non uguali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Amianto

Wikitecnica.com