Apparecchi sanitari | Wikitecnica.com

Apparecchi sanitari

Definizione

Apparecchi connessi permanentemente ad una distribuzione d’acqua e ad un sistema di scarico, in grado di erogare l’acqua e di evacuare le acque usate, destinate all’uso nei servizi igienici di abitazioni o di qualsiasi tipo di edificio.

Generalità

Gli apparecchi sanitari devono rispondere alla normativa UNI riguardo le caratteristiche tecniche principali.
Il lavabo deve avere una conformazione del bacino tale da sfavorire il ristagno dell’acqua; ogni punto deve essere facilmente raggiungibile per la pulizia; la portata nominale di erogazione è di 0,10 l/s; il diametro dello scarico è DN 40.
La forma del bidet non deve consentire alcuna proiezione di schizzi d’acqua esterna al bacino e ogni punto deve essere facilmente raggiungibile per la pulizia; la portata nominale di erogazione è di 0,10 l/s; il diametro dello scarico è DN 40.
I vasi dei servizi igienici possono essere a cassetta o a flussometro; in entrambi i casi deve essere assicurata la tenuta d’acqua del sifone (incorporato e di altezza non minore di 50 mm), deve essere evitata la proiezione di schizzi d’acqua esterna durante l’uso e la deiezione ed ogni punto deve essere facilmente raggiungibile per la pulizia; i sedili devono essere costruiti con materiali non assorbenti e di conduttività termica relativamente bassa con apertura frontale; la portata nominale di erogazione è di 0,10 l/s nei vasi a cassetta e di 1,50 l/s nei vasi a flussometro;, per entrambi, pari a DN 110.
La vasca da bagno deve avere una conformazione tale da impedire il ristagno dell’acqua e ogni punto deve essere facilmente raggiungibile per la pulizia; la portata nominale di erogazione è di 0,20 l/s; il diametro dello scarico è DN 50.
La doccia deve possedere una superficie non scivolosa e conformazione tale da impedire il ristagno dell’acqua; la portata nominale di erogazione è di 0,15 l/s; il diametro dello scarico è DN 40.
Il lavello da cucina ha le stesse caratteristiche di un lavabo; la portata nominale di erogazione è di 0,10 l/s; il diametro dello scarico è DN 50.
Il vuotatoio ha le stesse caratteristiche di un lavabo; la portata nominale di erogazione è di 0,15 l/s; il diametro dello scarico è DN 50.
Gli orinatoi, specialmente se installati in servizi pubblici, devono avere la capacità di evacuare anche materiali estranei di piccole dimensioni; la portata nominale di erogazione è di 0,10 l/s; il diametro dello scarico è DN 40.
Il beverino ha una portata nominale di erogazione è di 0,05 l/s; il diametro dello scarico è DN 40.

Copyright © - Riproduzione riservata
Apparecchi sanitari

Wikitecnica.com