Ferro | Wikitecnica.com

Ferro

Definizione – Etimologia

Presente tra gli elementi chimici della tavola periodica, ha numero atomico 26 e il suo simbolo Fe deriva dall’abbreviazione del termine latino ferrum.

Generalità

È, insieme al carbonio, l’elemento fondamentale della lega di acciaio. La sua importanza è tale da aver contribuito a determinare lo sviluppo stesso della civiltà umana (nel bene e nel male, assumendo al contempo il ruolo di strumento di progresso e di morte) tanto da dare il nome a un intero periodo storico: l’età del ferro.

La fortuna di questo materiale è legata alla sua disponibilità, è infatti il metallo più abbondante sul pianeta (circa un terzo della sua massa) e costituisce circa il 4% della crosta terrestre. Tuttavia, è raro che il ferro sia rinvenuto puro in natura (ferro nativo), normalmente viene estratto da minerali come l’ematite (Fe2O3) e la magnetite (Fe3O4) per riduzione con carbonio in una fornace a temperature di circa 2000 °C.

In edilizia è utilizzato dapprima nella forma di elementi di connessione, poi come elemento strutturale, ma anche per decorazioni e rivestimenti. Il suo impiego in campo costruttivo è legato allo sviluppo dei processi di industrializzazione che, a partire dalla fine del XVIII secolo ne resero possibile la diffusione su ampia scala. Un contributo fondamentale in tal senso è rappresentato dal contestuale affinamento delle metodologie di calcolo presso le scuole di architettura e ingegneria.

Tra la fine del ‘700 e l’800 in Inghilterra, in Francia e in molti altri paesi d’Europa vennero costruiti numerosi ponti, serre, padiglioni, gallerie tutti riconducibili all’impiego del metallo come elemento strutturale e al contempo figurativo, tanto che questa eterogenea produzione prese il nome di architettura del ferro benché molta parte di essa fosse realizzata in ghisa o in acciaio. Solo nel corso del Novecento la distinzione terminologica tra ferro, ghisa e acciaio divenne più marcata in relazione agli usi e alle diverse caratteristiche proprie di ciascun metallo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ferro

Wikitecnica.com